Benvenuto nel sito ufficiale dell'Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti

ARCHIVIO

Tommaso Daniele: una triste vicenda l'assolutzione dei ciechi veri!

Domenica scorsa 24 febbraio la trasmissione RAI "L'Arena", condotta dal giornalista Massimo Giletti, è ritornata ad occuparsi, tanto per cambiare, di presunti "falsi Ciechi". Ma questa volta non intendiamo soffermarci sui singoli casi presentati, che non possiamo valutare, a causa delle scarne e parziali informazioni fornite. Uno di questi personaggi, tra l'altro, essendo stato sorpreso a guidare un veicolo, pare, con tutta probabilità, effettivamente inescusabile: infatti o era un pazzo, o un truffatore autentico. Ma la vera perla della puntata arriva alla fine e vede, come protagonista, niente meno che il prof. Tommaso Daniele, da ben ventisette anni Presidente Nazionale dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti. Interpellato sui fatti oggetto dei vari servizi giornalistici, l'ineffabile "Duce" di via Borgognona se ne esce con gravissime affermazioni che suonano più o meno così:

"Che dire poi del fatto che circa il 70% dei casi indagati finiscono poi per essere archiviati con il riconoscimento della cecità? Questa purtroppo è una cosa triste!".

Cosa significa dunque una tale affermazione? Il Presidente Nazionale dell'U.I.C.I., in altre parole, di fronte ad autentici non vedenti, riconosciuti da sentenza definitiva, invece di esprimere la propria solidarietà a questi "fratelli", ingiustamente perseguiti, sbattuti crudelmente magari sulle prime pagine dei giornali, spesso allontanati dal posto di lavoro, gettati in una gogna mediatica vergognosa, dopo anni di blocco dei loro conti correnti o il sequestro degli ausili, dopo la sottoposizione a perquisizioni improvvise delle loro abitazioni ecc. ecc., anzichè dispiacersi per il fatto che persone innocenti abbiano visto rovinata la loro reputazione per le manie persecutorie di qualche magistrato in cerca di facile notorietà..., si dichiara al contrario triste per l'assolutzione di chi è stato riconosciuto cittadino onesto e perfettamente in regola con la propria certificazione di invalidità. Davvero incredibile! Ho dovuto riascoltare più volte la registrazione del servizio prima di rendermi effettivamente conto che le cose stavano proprio così. Non ci potevo credere. Il presidente nazionale dei ciechi si duole che, fra le proprie fila, ci siano troppi ciechi veri. Mi chiedo: si tratta solo di ignoranza o di malafede? In entrambi i casi le conclusioni non possono essere diverse: come può un individuo simile continuare a rappresentare la maggiore organizzazione dei disabili visivi italiani?

Quì sotto il link per la visione della trasmissione. La parte che ci interessa inizia intorno al settantacinquesimo minuto:

VEDI LA PUNTATA DELL'ARENA

Segnaliamo inoltre il seguente indirizzo mail della trasmissione al quale vi preghiamo di far pervenire messaggi di protesta e richieste di far partecipare finalmente anche la nhostra associazione: bastasprechi.arena@rai.it .