Benvenuto nel sito ufficiale dell'Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti

APRI SERVIZI

Il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile (MIMS) ha annunciato, nei giorni scorsi, l'istituzione di una piattaforma unica nazionale dove verranno registrati tutti i dati dei contrassegni H emessi dagli oltre ottomila comuni italiani. Tali contrassegni verranno dunque denominati CUDE (Contrassegno Unico Disabili Europei). Ciò consentirà ai portatori di handicap di poter circolare nelle Zone a Traffico Limitato di tutti i comuni senza dover preventivamente chiedere l'autorizzazione alle varie Polizie Municipali. La piattaforma informatica raccoglierà anche i numeri di targa collegati ai singoli contrassegni. Fatto il decreto, ora resta da capire entro quali tempi tecnici la piattaforma sarà pienamente funzionante. I ministri Enrico Giovannini ed Erika Stefani hanno ovviamente espresso viva soddisfazione per il risultato raggiunto. La richiesta era stata espressa infatti da parecchi anni e fa piacere che giunga a soluzione positiva grazie all'interessamento della ministra per la Disabilità.