Nel prossimo mese di settembre compirà dieci anni il canale youtube "APRI Torino" che contiene numerosi documenti video della nostra storia associativa. Attualmente i filmati sono 410, gli iscritti 350 e le visualizzazioni circa 150.000. Non sono numeri stratosferici da cosiddetti "youtubers" ma il canale si è comunque conquistato una certa notorietà fra gli internauti che desiderano tenersi aggiornati sugli sviluppi della ricerca scientifica e tecnologica concernente le problematiche visive.
Il filmato più "antico", intitolato "L'APRI prima dell'APRI", risale al 1988 e consiste in un servizio realizzato dalla emittente torinese Telesubalpina. Il più cliccato è invece "Vivere la retinite pigmentosa", un documentario del 1999 che ha totalizzato circa 6.500 visualizzazioni.
L'occasione di questa ricorrenza ci consente però anche di formulare alcune brevi considerazioni circa l'accessibilità della piattaforma youtube e sulle potenzialità tiflologiche della medesima.
I punti di forza, in tal senso, sono rappresentati indubbiamente dalla sterminata disponibilità di documenti con audio e dall'estrema facilità dell'attività di ricerca interna. Ciò può sembrare apparentemente strano in quanto youtube nasce e si sviluppa eminentemente come realtà al servizio della vista.
Quasi tutti i contenuti visivi sono tuttavia affiancati da importanti tracce sonore: film completi, documentari, servizi televisivi, registrazioni di conferenze, lezioni, convegni, tutorial, racconti di viaggi ecc., per non parlare dei brani musicali, canzoni, concerti, guide all'ascolto e via dicendo. Pochi sanno inoltre che risultano reperibili facilmente su youtube anche audio-libri, letture ad alta voce, recitazioni di poesie e spettacoli teatrali. Una vera inesauribile miniera per il disabile visivo che ami la cultura.
Certamente non tutto è di qualità, non tutto è autorevole. Non mancano né spazzatura né video assolutamente privi di ogni valore. Con un minimo di esperienza e buon senso tuttavia si riescono a discriminare agevolmente le perle dai rifiuti.
L' estrema semplicità della ricerca e dell'ascolto, unitamente alla possibilità di scaricare le tracce in formato MP3 e di creare liste di preferiti, fa ulteriormente aumentare il livello di accessibilità della piattaforma. Ciò consente, tra l'altro, anche ai software facilitati rivolti ai non vedenti poco esperti di informatica di approcciare l'ambiente youtube con estrema agilità. Tutti questi programmi, da Winguido a Winlucy, da Speaky Facile al PC-Assistent di Veyes-onlus, gestiscono pertanto questa funzionalità con ottimi risultati.
Abbiamo dunque a disposizione una potente risorsa culturale che può rappresentare un supporto pratico a favore degli studenti, degli insegnanti e per tutti coloro che desiderano conoscere. Non per niente la newsletter settimanale di APRI-onlus né fa ampio uso a corredo degli articoli pubblicati di volta in volta.
A conclusione di queste brevi considerazioni invitiamo i nostri lettori ad iscriversi al canale youtube dell'associazione che si chiama "APRI Torino". Se aumenteremo significativamente il numero dei followers sarà il modo migliore per festeggiare il suo decimo compleanno. Per effettuare l'iscrizione cliccare qui sotto. Fate girare magari anche il link sui vostri profili social:

https://www.youtube.com/channel/UCnkKMEpdrIEdGVuxCPbBMdA