Benvenuto nel sito ufficiale dell'Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti

LA GESTIONE DEL PAZIENTE IPO E NON VEDENTE IN AMBIENTE OSPEDALIERO

Segnaliamo l'importante iniziativa, organizzata congiuntamente da A.P.R.I.-onlus ed Azienda Ospedaliera Universitaria "San Luigi Gonzaga" di Orbassano.
 L'evento ha ottenuto n. 3 crediti ECM dalla Regione Piemonte.
SCARICA LA LOCANDINA UFFICIALE

Marco BONGI - Presidente Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti (A.P.R.I.-onlus)

Notizie in evidenza

Pensione da lavoro: che ne sarà dei contributi figurativi?

Come abbiamo più volte riportato la recente manovra economica approvata dal governo Monti, pur non contenendo disposizioni esplicite in materia di disabilità, tuttavia contiene alcune norme generali che potrebbero impattare negativamente sulla nostra situazione. In questi giorni, su segnalazione di alcuni soci, ci siamo attivati per avere notizie più precise a proposito delle ritenute del 1%  o 2% annue, sull'importo della pensione, a carico di chi chiede di uscire dal lavoro prima di aver compiuto il sessantaduesimo o sessantatreesimo anno di età, a prescindere dai contributi versati. Questa disposizione potrebbe di fatto vanificare il beneficio dei cosiddetti "contributi figurativi" previsti dalle leggi n. 113 / 1985 e n. 120 / 1990. Chi chiedesse infatti di usufruirne, smettendo di lavorare parecchi anni prima, si vedrebbe decurtata pesantemente la pensione. Abbiamo dunque proposto un quesito specifico all'INPS su questo problema ma la risposta ottenuta e stata, al momento, che non esistono circolari applicative relative alla questione. Non neghiamo tuttavia una certa preoccupazione. Nei prossimi giorni cercheremo dunque informazioni più precise.