Benvenuto nel sito ufficiale dell'Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti

Europei

Queste esperienze hanno segnato, certamente più di ogni altra, la storia dell'associazione ed hanno contribuito a farla maturare sul piano gestionale ed economico. Nella realizzazione di questi progetti infatti il sodalizio ha potuto entrare in contatto e in collaborazione con importanti partners internazionali, si è confrontato con strutture consolidate e qualificate e, soprattutto, ha avuto l'onore di avviare proficue sinergie con l'ITC of ILO, agenzia formativa delle Nazioni Unite che ha sede a Torino.

Il primo grande progetto, e forse il più importante, si è sviluppato fra il 1997 e il 1999. Si chiamava "Insieme per l'autonomia" e rientrava nel segmento "Occupazione Horizon". L'iniziativa ha consentito di formare importanti figure professionali che successivamente hanno consentito ad A.P.R.I. di affermarsi, come soggetto leader, nel campo della gestione di servizi avanzati a favore delle persone con disabilità visiva. 

Nel 2001 quindi è stata la volta di un progetto culturale "Arianna" chiamato "Home Loan". In tale ambito si è provveduto a realizzare una biblioteca digitale sperimentale per non vedenti e ipovedenti. All'epoca queste strutture, oggi divenute comuni, rappresentavano un obiettivo d'avanguardia. La nostra azione contribuì dunque senz'altro a dare impulso a questo settore ed all'accessibilità culturale in genere.

Il terzo progetto europeo portato avanti dall'A.P.R.I-onlus si è compiuto nell'ambito dei bandi "Equal" ed ha aperto la via a corsi per la gestione dei "call centre" anche da parte di disabili visivi. Il corso si è sviluppato nel 2004 sempre in collaborazione con l'ITC of ILO.