Cultura: al cinema il nuovo film "Salvo"

L'interminabile lista di pellicole che mettono in scena, secondo le più svariate interpretazioni, la cecità, si arricchisce in questi giorni di un nuovo titolo: "Salvo", una truce e cruda storia di mafia, ambientata naturalmente in Sicilia, nella quale la disabilità visiva è presentata come fonte di redenzione, ma non per questo in modo meno realistico e drammatico. L'opera è stata premiata due volte all'ultimo Festival cinematografico di Cannes. Senza entrare nel merito della trama possiamo comunque apprezzare gli sforzi del regista per illustrare, attraverso inserti filmici, una situazione di quasi totale cecità, tipo visione di luci ed ombre. Al termine della vicenda si perdono però, complice una specie di assurdo miracolo, i tratti realistici della descrizione ma, tutto sommato, il risultato complessivo appare interessante. L'opera risulta molto povera di dialoghi e, per la fruizione da parte di uno spettatore disabile visivo, occorre senz'altro una buona audio-descrizione. Cliccando quì sotto potrete ascoltare una breve intervista ai giovani registi: GUARDA IL VIDEO

Pillole di cultura: Lorenzo Martini

Vi presentiamo un nuovo video prodotto dalla Fondazione Lucia Guderzo. E' dedicato al non vedente Lorenzo Martini, informatico, ma soprattutto esperto di bricolage. Cosa ne direbbero, vedendo la sua abilità manuale, certi giudici impegnati nella caccia ai falsi ciechi? GUARDA IL VIDEO

Pillole di cultura: l'avvocato contadino

Continuiamo a divulgare alcuni brevi filmati, realizzati dalla Fondazione "Lucia Guderzo", che documentano il successo lavorativo di persone disabili visive in professioni diverse rispetto a quelle tradizionali. Oggi è la volta dell'avvocato saluzzese Dario Ghione, vicino alla nostra associazione e senz'altro encomiabile per l'impegno profuso ed i risultati conseguiti. GUARDA IL VIDEO

Pillole di cultura: il veterinario cieco

Seguendo gli spunti emersi nel convegno che abbiamo organizzato insieme a Piacenza, la Fondazione "Lucia Guderzo" sta realizzando una serie di brevi video finalizzati a divulgare il successo lavorativo di persone non vedenti che sono riuscite, grazie al loro impegno, a realizzarsi in attività professionali diverse da quelle tradizionalmente riservate ai disabili visivi. Si tratta di un'operazione molto interessante che intendiamo proporre, a puntate,  anche ai nostri lettori attraverso "aprinews". Incominciamo dunque a presentarvi la storia del dott. Walter Calò, veterinario altoatesino residente a Brunico. GUARDA IL VIDEO