Benvenuto nel sito ufficiale dell'Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti

EDITORIALE: ZERO PIÙ ZERO... FA SEMPRE ZERO!

Abbiamo appreso che le poche associazioni rimaste nella federazione "Retina-Italia", nel corso di un'assemblea svoltasi a fine gennaio, hanno deciso di sciogliersi per dar vita ad un'unica organizzazione centralizzata di primo livello. L'operazione, presentata come un fondamentale passo avanti verso la creazione di una struttura più solida ed efficiente, nasconde, in realtà, una desolante situazione di "coma vegetativo" che noi avevamo purtroppo già denunciato da anni.
Tutte le associazioni più dinamiche ed attive infatti, Liguria, Emilia-Romagna, Sicilia, Sardegna e, non ultimi, anche noi, avevano da tempo già preso le distanze da una federazione che si era sempre più rivelata inconcludente, parolaia e, come se non bastasse, anche arrogante e presuntuosa.
E così..., pezzo dopo pezzo, se ne sono andate tutte le forze più attive, tra l'assoluto disinteresse dei pochi dirigenti rimasti, affannati com'erano a correre dietro, servili ed ossequiosi, a qualche camice bianco, facendosi belli nei convegni o nelle passerelle internazionali e dimenticando puntualmente i veri problemi dei retinopatici nella vita quotidiana.
Costoro snobbavano regolarmente chi si occupava, per esempio, di riabilitazione, scuola, lavoro ecc., guardavano dall'alto in basso chi collaborava con medici che non facevano parte dei "salotti buoni" delle baronìe universitarie, diffidavano di chi si muoveva troppo e rischiava così di oscurare la fama dei soliti immarcescibili papaveri.
Ma i soci, che non sono stupidi, piano piano li hanno anch'essi abbandonati. Chi vuole infatti informarsi sulle novità scientifiche oggi ha a disposizione la rete internet e molti altri canali seri e qualificati. I bisogni reali invece sono altri; la vita scorre, passano gli anni e, in attesa dei miracoli della ricerca, le persone hanno la necessità di essere concretamente aiutate quì ed oggi..
La decadenza si è fatta dunque sempre più evidente: meno soci, meno iniziative, sedi chiuse, gruppi meramente virtuali. Anche dalla storica roccaforte lombarda non fanno che giungerci messaggi di insoddisfazione e richieste di intervento. Da lor signori però, di converso, mai un'autocritica, mai un serio tentativo di rilancio, mai la ricerca di un dialogo con chi se ne era andato.
Ora, che sono arrivati al capolinea... , possono dunque anche fondersi ed unire le forze... forze che non ci sono più. I generali senza esercito potranno allora continuare a ritrovarsi come al circolo dei reduci... , le vecchie glorie del tempo che fu potranno proseguire a riunirsi, facendo finta di discutere sul nulla, come nelle migliori tradizioni italiche e..., pensare che, per assurdo, molti di loro non perdono occasione di manifestarsi accanitamente esterofili e vieppiù devoti a quell'altro carrozzone denominato "Retina-International".
Sommando tanti zeri dunque il risultato non cambia: se infatti la matematica non è un'opinione..., sempre a zero si rimane!

Marco BONGI