Benvenuto nel sito ufficiale dell'Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti

TECNOLOGIA: ANCORA SUL KAPSYS SMARTVISION

Pubblichiamo la seconda parte della recensione dedicata al Kapsys Smartvision, un nuovo prodotto francese che intende rendere più agevole l'uso dello smartphone ai disabili visivi. L'articolo è stato curato dal nostro servizio di supporto tecnico ed è consultabile, assieme ad altri contributi, sul blog specialistico www.tecnosocialedintorni.it. Questa seconda parte è dedicata in modo particolare al software:

Riprendiamo oggi la recensione dello SmartVision, esaminando nel dettaglio il software presente a bordo, che ricordiamo, è stato ideato appositamente per utenti ipovedenti e non vedenti, sfruttando le potenzialità del sistema Android.
Come già detto lo smartphone è distribuito con sistema operativo Android e al momento della recensione, il produttore KAPSYS rende disponibile la versione 4.0.3. Purtroppo questa versione del sistema di Google non gode di buona fama in quanto a velocità e questa mancanza si nota ancora di più sul modesto hardware dello SmartVision.
Alla prima accensione il dispositivo ci parlerà in francese, quindi con un po' di intuito e di aiuto da parte del rivenditore, dovremo cercare di configurarlo in lingua italiana. La sintesi vocale a bordo è di ottima qualità, si tratta di Luca dell'ex Loquendo, quindi non una voce di ultima generazione, ma comunque molto buona. Sin dai primi momenti ci potremo accorgere che la traduzione in italiano dei menù e delle varie sezioni del telefono pecca un po' di superficialità, dato che ci sono alcuni termini in inglese e francese, il tutto fastidioso ma non bloccante.
La schermata HOME del telefono è stata completamente ridisegnata dal produttore, che l'ha resa più leggibile e semplice, scordiamoci la classica schermata di Android e la sua personalizzazione profonda, è infatti possibile solo modificare alcune cose come lo sfondo e la dimensione del testo. Non è presente una schermata di blocco, quando si preme il tasto di spegnimento, lo schermo si scurisce e per riprendere il controllo del telefono basta premere nuovamente questo tasto. Tutte queste configurazioni rendono l'usabilità molto buona e semplificata.
Per muoversi nell'interfaccia del telefono si possono usare i tasti fisici freccia su e freccia giù in combinazione con il tasto ok e cancella. Il tutto è reso possibile grazie alla personalizzazione da parte di KAPSYS del lettore di schermo integrato. Possiamo inoltre utilizzare gran parte delle classiche gesture dello screen reader Android per accedere velocemente ad alcune sezioni del telefono come l'area di notifica e menù vari. La navigazione nel telefono è anche possibile utilizzando in combinazione il puntamento su schermo con un dito sull'area interessata, che verrà letta, mantenendo premuto il punto e premendo il tasto ok si confermerà la scelta, un po' macchinoso ma potrebbe essere utile ad alcune tipologie di utente.
Abbiamo inoltre diversi modi per inserire del testo all'interno dei vari campi di editazione presenti nel telefono, il modo migliore e consigliato è quello di usare la tastiera fisica presente nel dispositivo, mentre ci sentiamo di escludere la possibilità di utilizzare la tastiera grafica che appare su schermo perché risulta troppo lenta e poco precisa a causa del lettore di schermo attivo.
Capitolo a parte merita la dettatura vocale, in alcuni casi siamo rimasti davvero soddisfatti del livello di riconoscimento, mentre in altri casi ha lasciato a desiderare. Molto dipende dal modo in cui si detta al telefono e dal rumore di fondo che disturba l'acquisizione della nostra voce. Sono presenti anche i comandi vocali, con i quali è possibile impartire ordini allo smartphone, molto comoda ed utile, potremo così effettuare una chiamata verso un numero presente in rubrica, scrivere un sms o accedere ad alcune aree dello schermo.
Siamo rimasti molto colpiti dall'app Lente d'ingrandimento, che è molto più di una semplice lente, ci troviamo difronte ad un vero e proprio video ingranditore, completo di varie combinazioni di colore tra cui scegliere e livelli di zoom personalizzati. Davvero ottima, performante e di qualità.
Ci ha invece colpito meno l'app OCR che si occupa della scansione di documenti e della loro conversione in testo. Abbiamo seguito alla lettera le istruzioni del tutorial per un corretto uso dell'applicazione e abbiamo avuto risultati diversi anche a parità di documento scansionato. Utile la voce che ci guida a rilevare la pagina in autonomia. Da migliorare l'acquisizione del documento e probabilmente la qualità del sistema OCR, troppe volte il risultato della scanzione non è leggibile e nei casi migliori la percentuale di riconoscimento non è mai soddisfacente, considerando che ci sono in commercio applicazioni ottime e a basso costo che fanno questo lavoro egregiamente.
La KAPSYS è famosa per il suo gioiello Kapten, un navigatore per persone disabili visive che comprende la navigazione pedonale, in auto e libera. Partiamo dall'ultima, la navigazione libera, che rappresenta una modalità davvero utile, potremo infatti camminare mentre il navigatore legge le via che incrociamo e i punti di interesse. Sono inoltre presenti tutta una serie di informazioni sulla nostra posizione attuale. Anche la navigazione pedonale ha queste caratteristiche con la differenza che verremo guidati verso una meta che imposteremo, possiamo dire di certo che questa navigazione pedonale risulta quindi maggiormente dettagliata rispetto a quelle presenti su altri navigatori. La navigazione in auto penso non abbia bisogno di particolari descrizioni dato che si tratta della classica navigazione a cui siamo abituati. Utile la possibilità di aggiungere dei punti di interesse personalizzati per i quali vengono memorizzati tutti i dati di localizzazione. A bordo sono presenti le mappe Tom Tom 2013 e la cosa positiva è che sono installate sul telefono, quindi per navigare non è necessaria una connessione internet. Da sottolineare che le mappe non compaiono sullo schermo, sono presenti solo le indicazioni, sia scritte che vocali e una freccia che indica la direzione da seguire. Per questo motivo sono presenti un grandissimo numero di mappe che comprendono l'Europa Centrale e Europa Occidentale. Siamo rimasti delusi dalla possibilità di dettare vocalmente la destinazione da raggiungere, impossibile farsi capire, quindi l'unico modo è quello di inserire a mano l'indirizzo, un vero peccato. Alle volte capita che il navigatore sia in ritardo rispetto al punto dove ci troviamo, spesso accade se stiamo navigando in modalità auto, ma non è una regola, accade alle volte. Nel complesso è un buon prodotto, sarebbe però utile avere anche le mappe su schermo.
Da notare che tutte le altre App presenti sono state modificate dalla KAPSYS in modo da renderle più semplici e accessibili, peccato solo che in alcuni casi è presente del testo in inglese francese ed alle volte anche i tasti e le icone sono etichettati male. Non siamo rimasti molto soddisfatti dalla navigazione all'interno della applicazioni di terze parti, naturalmente non tutte funzionano male, ma ci aspettavamo qualcosa di più. Ci auguriamo che la KAPSYS aggiorni presto questo dispositivo migliorandone le criticità.
In conclusione possiamo dire che questo è davvero un telefono pensato per un disabile visivo, il sistema è stato ridisegnato ed il lavoro fatto per renderlo accessibile è davvero molto. Se consideriamo che anche colossi mondiali come Google e Apple non producono sistemi perfetti, non possiamo di certo pretendere la perfezione da KAPSYS, anche se il prezzo del dispositivo ci fa essere molto esigenti, ma siamo consapevoli che fare produrre un dispositivo su misura come ha fatto l'azienda francese ha sicuramente dei costi elevati nonostante la mediocrità dei componenti installati a bordo. Abbiamo cercato di illustrare punti di forza e debolezze, ora a voi la scelta di acquistare o meno il dispositivo, considerando anche cosa è presente sul mercato degli smartphone e cosa ci viene offerto in termini di accessibilità dai generici dispositivi di Google e dai prodotti Apple.