TECNOLOGIA: CANDY BIANCA, LA LAVATRICE PARLANTE

La nota azienda italiana Candy, storico marchio costruttore di elettrodomestici, ha recentemente immesso sul mercato un nuovo modello di lavatrice con alte caratteristiche di accessibilità ed interazione. "Bianca", questo è il suo nome, può dialogare vocalmente con l'utilizzatore, dare consigli sui programmi di lavaggio e ricevere comandi a viva voce. Tutto ciò si realizza attraverso un collegamento on-line con lo smartphone che si ottiene tramite un'apposita app. Si presuppone pertanto che il disabile visivo padroneggi la tecnologia degli smartphone Android o IOS. Il modello, disponibile in varie versioni, è acuistabile sul mercato italiano a partire dai 500 euro. Riportiamo, qui di seguito, un breve filmato dimostrativo sul funzionamento dell'elettrodomestico. Per visionarlo cliccare qui sotto:

Clicca qui

TECNOLOGIA: SCOMPARE LO STORICO MARCHIO "BAUM"

Dal 1 gennaio 2018 è stato ufficializzato il fallimento della storica azienda tedesca "Baum", società per decenni leader nella realizzazione e commercializzazione di ausili tiflologici: lettori vocali, barre Braille, video-ingranditori ecc. A parte il rammarico per la perdita del posto di lavoro dei circa centotrenta dipendenti, risulta senz'altro interessante analizzare le cause di esiti come questo, già manifestatisi per altre importanti aziende del settore, sia europee che statunitensi.
Il tramonto di queste ditte è dovuto sicuramente a progetti troppo ambiziosi ma anche innegabilmente alla diffusione dell'uso di smartphone e tablet direttamente accessibili ed anche, di converso, alla fortissima concorrenza proveniente dall'estremo oriente. Questa, del resto, è la legge del mercato. Staremo a vedere gli sviluppi.

TECNOLOGIA: ALCUNE IDEE SUI TERMOMETRI PARLANTI

Il nostro articolo sui termometri parlanti, pubblicato la settimana scorsa, ha suscitato parecchio interesse fra i lettori di questa newsletter. Un caro amico, in particolare, ci ha segnalato alcune possibili soluzioni esistenti sul mercato.
La prima, denominata "OBLUMI TAP" consiste in un progetto sviluppato da una startup spagnola. Si tratta di un termometro a raggi infrarossi collegabile ad un normale smartphone tramite una app. Sarebbe poi il medesimo smartphone, Android o IOS, a pronunciare la temperatura attraverso la sua sintesi vocale. Si tratta indubbiamente di una soluzione ingegnosa ma forse un po' troppo complessa. Il prezzo di vendita si aggira sui 50 euro. Vi inseriamo comunque, qui sotto, un link per saperne di più:

https://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Termometro-a-infrarossi-collegabile-allo-smartphone-ecco-Oblumi_15222

La nota piattaforma Amazon commercializza però anche un prodotto più semplice. Si tratta del termometro Oregon Scientific, anch'esso ad infrarossi. Il prezzo è di euro 32,29. Potete visionarlo cliccando qui sotto:

https://www.amazon.it/Scientific-TERMOMETRO-DIGITALE-PARLANTE-infrarossi/dp/B00JECW9EK

Entrambi gli strumenti andrebbero comunque testati con attenzione. Ci proponiamo di farlo quanto prima.

TECNOLOGIA: NUOVA VERSIONE DI "SPEAKY FACILE"

L'azienda Romana Media Voice presenterà, nell'ambito della prossima rassegna Endymatica di Bologna, la versione 5.0 del suo prodotto di punta "Speaky Facile". Si tratta di un ausilio che intende, tramite l'uso dei comandi vocali, di facilitare l'accesso all'ambiente internet ed al mondo digitale in genere. Il dispositivo si rivolge principalmente a coloro che non hanno familiarità con l'informatica: anziani e disabili non esperti. La nuova versione è fornita di nuove funzioni che ci riserviamo ovviamente di testare nel prossimo futuro.

CONOSCIAMO MEGLIO L'APE SOCIALE

Se ne è parlato molto alla fine del 2016, per effetto delle decisioni adottate dal Governo Renzi nella legge di stabilità 2017. Ora giunge l'applicazione concreta del cosiddetto "anticipo pensionistico", piuttosto oneroso per i lavoratori normodotati, abbastanza agevolato nei confronti dei disabili. Cerchiamo tuttavia di capirci meglio qualcosa.
Lo scorso 16 giugno l'INPS ha infatti diramato le circolari applicative che disciplinano il cosiddetto APE social, ovvero l'anticipo pensionistico "a carico dello Stato" riservato ad alcune categorie di lavoratori. Tra queste figurano i cosiddetti "caregiver", ovvero coloro che prestano assistenza a persone con handicap grave, ai sensi della legge 104 / 1992, e gli invalidi civili. L'Anticipo pensionistico, senza costi per il lavoratore, è stato introdotto in via sperimentale dalla legge di bilancio 2017, per il periodo 1 maggio 2017 - 31 dicembre 2018, e consiste in una indennità a carico dello Stato, erogata dall'INPS su domanda degli interessati, a fronte di determinate condizioni.
Questa indennità viene erogata nelle more di tempo utile, in attesa di raggiungere l'età della pensione di vecchiaia. Possono richiedere l'APE Social i lavoratori iscritti all'Assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti, alle forme sostitutive ed esclusive della medesima, alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, oltre a disoccupati o persone che hanno svolto lavori usuranti. Possono richiedere altresì l'agevolazione: i soggetti che al momento della ri... Leggi tutto l'articolo: CONOSCIAMO MEGLIO L'APE SOCIALE

... Leggi tutto l'articolo: CONOSCIAMO MEGLIO L'APE SOCIALE

TECNOLOGIA: IL PORTALE APPLE APRE UNA WEB-RADIO

Il sito internet www.nvapple.it , portale di riferimento della community dei disabili visivi italiani che utilizzano abitualmente gli smartphone, tablet e computer della Apple, ha recentemente aperto una web-radio che trasmette continuamente, oltre che buona musica, anche consigli, aggiornamenti, dibattiti sull'accessibilità di queste tecnologie. Si tratta di un agile strumento di informazione che senz'altro può essere utile a molte persone. Quì sotto inseriamo il link al portale:

https://www.nvapple.it

TECNOLOGIA: ANDROID AD OCCHI CHIUSI

L'associazione VEYES-onlus ha realizzato, caricandoli successivamente su youtube, una serie di oltre quaranta video tutorial dedicati ad illustrare, ai disabili visivi, l'uso degli smartphone con sistema operativo Android. Si tratta indubbiamente di un lavoro molto interessante, anche perché, fino ad oggi, l'uso di telefoni Android era generalmente sconsigliato ai non vedenti, a vantaggio del sistema IOS. La serie di video viene inoltre costantemente aggiornata con l'illustrazione di nuove funzioni ed operazioni. Inseriamo pertanto qui sotto il link diretto al canale youtube contenente la lista completa dei filmati:

Clicca qui

TECNOLOGIA: ARRIVA SMARTVISION II

La società francese "Kapsys" ha recentemente immesso sul mercato la versione 2 del suo apprezzato smartphone Android per disabili visivi. Il nuovo prodotto si presenta con un design accattivante, una versione aggiornata del sistema operativo Android 6.0 ed una tastiera molto maneggevole. Esistono due versioni dello strumento: quella più completa, con navigatore e lettore OCR, viene commercializzata intorno ai 700 euro, quella base a circa 500. Un prezzo compatibile rispetto ai più moderni modelli di Iphone. L'utilizzo risulta molto semplificato ma il principale svantaggio resta quello di non poter aggiornare, a versioni successive, il sistema operativo Android. Ciò rende lo smartphone assai più stabile ma potenzialmente meno flessibile.

SUPPORTO TECNICO: RIPARTE LO SPORTELLO

Dopo un periodo di riorganizzazione è ufficialmente ripartito il nostro servizio di supporto tecnico che si propone di fornire informazioni, consigli e consulenze in campo tiflo-informatico, sia per quanto concerne l'utilizzo di computer che di smartphone e tablet. L'attività è coordinata dal consigliere Luigi Mariani e comprende, nello staff operativo, anche gli esperti Thomas Poletto e Marco Giannotti. E' dunque possibile chiedere un appuntamento, o esporre problemi specifici scrivendo alla seguente e-mail: supportotecnico@ipovedenti.it
Presto speriamo di poter anche riprendere la pubblicazione periodica di articoli e recensioni concernenti nuovi programmi, app od ausili tecnologici in genere.

ZEGO: OPERATIVA LA CONVENZIONE

Nei giorni scorsi, dopo aver nuovamente incontrato i responsabili della piattaforma "Zego", che consente un'interessante formula di "car-pouling" urbano, abbiamo ufficializzato, avendo verificato l'assoluta serietà della struttura, la collaborazione con la nostra associazione. In tal senso è stato creato, all'interno della App, il codice "APRI" che caratterizzerà i nostri utenti mentre, nel momento della registrazione, i nomi dei non vedenti dovranno essere caricati preceduti da un segno +, ed i possessori di cane guida dalle due lettere "CG". Sabato 5 marzo inoltre, come già avvenne per Uber, si terrà una breve formazione agli autisti Zego sulle tecniche di accompagnamento e sull'approccio alla disabilità visiva. I soci che intendono dunque aderire a questa interessante convenzione possono contattare il consigliere responsabile Daniel Auricchia: e-mail: daniel.auricchia@gmail.com